Attila Richard Lukacs (nato nel 1962) è un artista canadese. Ha dipinto grandi composizioni di figure che raffigurano skinhead e altri uomini negli edifici di Berlino dove ha vissuto prima e durante la caduta del muro. I suoi riferimenti brutalmente espliciti alla sessualità omoerotica hanno spesso scioccato le gallerie e il pubblico. Le figure di Lukacs sono esplicitamente antisociali; il loro abbigliamento skinhead, gli stivali e le bretelle, lo attestano, e quindi la loro identità gay è solo un aspetto del loro status di outsider.

Eppure le etichette che la società ha posto su di loro, che accettano come un distintivo d'onore, non sono il problema. Lukacs cerca di dotare i suoi sudditi della presenza eroica e della grandezza dei maschi (di destra) nell'arte dei vecchi maestri. Ma gli uomini di Leonardo e Michelangelo sono “somiglianze parlanti” che trasmettono un senso di vita interiore e di autocoscienza; quella fu l'innovazione e il trionfo dell'arte umanistica del Rinascimento. Le figure di Lukacs simulano l'essere umano, ma mancano di questa vita interiore. Nonostante tutto il loro machismo, le sue figure esistono solo come pose. Non hanno un sé oltre l'auto-esibizione.

La politica, che Lukacs rende talvolta con ironia da fumetto come nei due uomini che ballano in cima a un mappamondo i Tilly & Tyler, è un rifugio da questo fallimento dell'immaginazione empatica. Così è anche l'erotismo. La domanda storico-artistica più pertinente da porre alle opere di Lukacs non riguarda i loro orpelli iconografici, per quanto intelligenti siano. La scimmia incatenata in Il nostro bisogno di farlo, ad esempio, è una citazione da un dipinto di Brueghel al Dahlem Museum di Berlino, città in cui vive Lukacs; tuttavia, secondo la testimonianza dell'artista, la scimmia - un animale perverso, intelligente, irrequieto - è un simbolo della sua psiche, non un commento sulla tradizione.

Piuttosto, il problema è ciò che Lukacs aggiunge alla resa del nudo maschile, un tema venerabile in cui l'eroico e l'erotico si fondono. E qui Lukacs è più debole di quanto si pensi. Portando il suo fardello con tranquilla dignità è una versione contemporanea del Ganimede violentato portato in paradiso dal dio predatore Giove sotto forma di uccello.

Lukacs è nato a Calgary, Alberta. Nel 1985, Lukacs si è laureato all'Emily Carr Institute of Art and Design di Vancouver, British Columbia. Si trasferisce a Berlino nel 1986, lavorando presso la Künstlerhaus Bethanien Berlin. Nel 1996 si è trasferito a New York per essere più vicino al centro dell'arte americana.

Sebbene Lukacs sia meglio conosciuto per i dipinti che raffigurano figure maschili esagerate, come skinhead gay e cadetti militari (Military Series True North), ha anche creato una collezione di dipinti di fiori (Flowers) e alberi (Arbor Vitae). I suoi dipinti fanno spesso riferimento alle composizioni storiche e ai temi di David e Caravaggio, nonché ai dispositivi compositivi dei pittori in miniatura e illustratori dell'India (come nella sua mostra Of Monkeys and Men) e il Medio Oriente. Una serie più recente di dipinti raffigurano alberi di conifere, drammaticamente dipinti in catrame su un campo di foglie d'argento.

 


🌱 Vuoi supportarci? Visita il nostro eco-shop:

📎 Guarda anche

Sakalash! Anarco-Comunitarismo

"La spiritualità non è una religione. Essa rappresenta la spinta di ciascun individuo verso la conoscenza delle proprie origini, attitudini, manifestazioni interiori.

Un approccio spirituale della vita implica la capacità di porre e porsi delle domande, stessa qualità del vivere da anarchici; mettersi costantemente in gioco e fare delle proprie conoscenze un'arma vincente così da non sottostare ad opinioni collettive, rendendosi padroni delle proprie vedute.

Spiritualità e anarchismo si compenetrano a vicenda perché entrambe pongono alla base la libertà di essere se stessi senza essere condizionati da dogmi o dalla società contemporanea, entrambe prevedono una totale armonia nell'autonomia."

Regno di Navasse

Il Regno di Navasse (francese: Royaume de la Navasse; creolo navassese: Wayòm Lanavaz) è una micronazione situata nei Caraibi, che rivendica l'isola disabitata di Navassa (situata tra la Giamaica e Haiti). Il governo e la corte reale di Navasse hanno sede a Rochester, New York.

Il significato dell'Arcobaleno

🌈 Quando vediamo un arcobaleno nel cielo è ora di porsi qualche domanda perché sicuramente ha un messaggio da trasmettere:

E’ ora di cambiare qualcosa nella nostra vita? Cercare nuove opportunità? Siamo in grado di guardare le situazioni da altre prospettive? Siamo pronti a lasciare la strada vecchia per una nuova? Siamo connessi con la nostra parte spirituale?

Tutte domande che meritano una risposta positiva e se non siamo in grado di darla allora si deve lavorare su se stessi e cercare cosa ci impedisce di cavalcare l’arcobaleno, ed ovviamente la tigre.

Gli Stati Liberi Ambulanti di Obsidia

Obsidia è una micronazione matriarcale situata alla confluenza tra femminismo e geografia. La visione del Grande Maresciallo Yagjian è arrivata nel 2015, quando la sua rivendicazione è stata "liberata" da una casa di ex amanti per uno scopo ben più grande...

Libera città di Christiania

Christiania è una micronazione e comunità intenzionale di circa 1.000 residenti, che copre 7,7 ettari (19 acri) nel distretto di Christianshavn nella capitale danese di Copenaghen. Christiania è stata fonte di controversie sin dalla sua creazione in un'area militare occupata nel 1971. Il suo commercio di cannabis è stato tollerato dalle autorità fino al 2004. Da allora, le relazioni tra Christiania e le autorità danesi sono state tese. Dall'inizio degli anni 2010, la situazione è stata in qualche modo semi-normalizzata.

Trans-Strasserismo

Lo Stransserismo, meglio definito Trans-Strasserismo, è un'ideologia anticentrista autoritaria, ultranazionalista e anticapitalista che abita il centro superiore del quadrante autoritario di sinistra. È in gran parte considerata un'ideologia shock o troll, ma evidenzia che in realtà ci sono persone transgender che supportano lo strasserismo, anche se nonostante le opinioni culturalmente di destra dello stesso anziché a causa di esse.

Il Nuovo Mondo Amoroso di Charles Fourier

Fourier affermava che attenzione e cooperazione erano i segreti del successo sociale, e che una società i cui membri cooperassero realmente avrebbe potuto vedere un immenso miglioramento della propria produttività. Queste comunità, da lui denominate falangi, sarebbero state basate su strutture di abitazioni comuni chiamate Falansteri.

L'uomo non deve avere una sola partner e le donne devono poter avere più uomini, anche le donne devono godere di una loro sessualità (cose che facevano passare Fourier per un pornografo). In breve bisogna abbandonare sempre l'unidimensionalità.

Sono previste anche libertà e comunità sessuale tra i membri della falange. La famiglia monogamica viene superata e i bambini vengono allevati dall'intera comunità. Questo metodo privo di alienazione avrebbe dovuto condurre ad un aumento della produzione.

Otto Weininger: misogino conservatore o incompreso precursore della Teoria Gender?

La Teoria Gender è un neologismo coniato in ambienti conservatori cattolici negli anni 90 del XX secolo per riferirsi in modo critico agli studi scientifici di genere: chi fa uso di tale espressione sostiene che gli studi di genere sottendano un complotto predefinito mirante alla distruzione della famiglia e di un supposto ordine naturale su cui fondare la società. In sostanza, l'espressione "teoria del gender" è un termine ombrello, usato come parola d'ordine contro i movimenti femministi e LGBT, in opposizione alle lotte, rivendicazioni e teorie che tali movimenti hanno elaborato e prodotto.

Il Separatismo Femminista

Il separatismo femminista è una pratica politica, a volte criticata in quanto considerata identitaria, che in varie misure o con diverse modalità adotta la sottrazione dalle relazioni con i maschi, ritenendo che il linguaggio e le dinamiche che si instaurano con essi, inficiate da una cultura sessista di matrice patriarcale, pregiudichino le relazioni e quindi la piena ed autentica espressione delle femmine. Ma si tratta un fenomeno così omogeneo quanto ricorrente?

Omonazionalismo

L'omonazionalismo è un'ideologia totalitaria culturalmente di estrema destra, terzoposizionista che abbraccia i diritti LGBT. L'omonazionalismo, su base letterale, vede la compatibilità tra omosessualità e nazionalismo. Storicamente, questo è espresso dal modo in cui vedono l'omosessualità come un modo per esprimere eroticamente il dominio sugli altri e opporsi all'influenza "corruttrice" dell'effeminatezza.