Il primo aprile del 1977, un piccolo paese di campagna, al confine tra l'Inghilterra e il Galles, dichiarò la sua indipendenza. I nuovi passaporti furono stampigliati con il nome di Hay-on-Wye nelle due osterie del luogo, mentre veniva intonato l'inno nazionale di Hay.

Ai cittadini più in vista spettarono le principali cariche governative e i titoli di duca, conte e cavaliere furono messi in vendita.
Alcuni ambasciatori partirono subito per recarsi alla Corte internazionale di giustizia dell'Aia, in Olanda, e lungo i meandri del fiume Wye si aggirava in perlustrazione una cannoniera a remi.

Avvenimenti come questi sembreranno fuori luogo in una piccola comunità di campagna, ma Hay non è una cittadina ordinaria: è sede del negozio di libn usati più grande del mondo.
Tutti gli edifici disponibili sono zeppi di volumi e ogni anno questa fiorente industria attira turisti e curiosi dai più remoti angoli del globo.

L'artefice della trasformazione di Hay nella mecca del bibliofilo è Richard Booth, che si è autoproclamato “Re di Hay".
Il Re del Principato autonomo di Hye-on-Wye balzò sulle cronache di tutti i giornali del mondo. Si decise, quindi, di trasformare la fortezza della città in libreria, ospitando migliaia di volumi grazie a scaffali posti ovunque. I suoi "sudditi" ne seguirono immediatamente le orme e iniziarono ad aprire librerie un pò ovunque. Ed è così che oggi Hay-on-Wye è diventata la città dei libri. Al ristorante, dal fioraio, in farmacia, o sulle facciate delle case, ovunque è possibile acquistare o prendere in prestito libri nuovi e usati. Anche l'esterno del castello dove stabilì la sua dimora Richard Booth conta file interminabili di libri, e non c'è nessun cassiere. Solo una cassetta in cui inserire 1 sterlina per quelli con copertina rigida, 50 centesimi per gli altri. Tutto è lasciato al buon senso e all'onestà degli abitanti o dei visitatori di turno.

Quando inaugurò la prima bottega di libri di seconda mano, nel 1961, Hay era una località pittoresca ma in declino, con meno di 2.000 abitanti.

Era lentamente decaduta di pari passo con l'agricoltura locale, e molte imprese avevano chiuso i barttenti.

Booth iniziò a sistemare i suoi libri in molti edifici rimasti vuoti e, col passar del tempo, riempì l'antico ospizio, la cappella, il cinema e persino il castello, dove risiede attualmente.

Si stima che quasi 17 chilometri di scaffali colmi di libri si snodino attraverso l'insolita libreria di Hay-on-Wye. L'impero di Booth ha un giro d'affari di oltre un milione di libri all'anno.

A differenza dei rivenditori di libri usati, Booth non si è mai specializzato in un unico soggetto. Acquista i libri in blocco - magari intere biblioteche private - nella convinzione che nessun libro sia privo di valore, e che prima o poi "potrebbe interessare a qualcuno, in qualche parte del mondo”.

I prezzi sono contenuti e ce n'è per tutti i gusti. Le lotte contro i divieti e i regolamenti degli enti governativi spinsero Booth a dichiarare Hay-on-Wye un regno indipendente nel 1977.

Il suo fondatore è un accanito sostenitore della sopravvivenza delle piccole comunità rurali come la sua e crede fermamente nella necessità di incoraggiare la ripresa dell'artigianato tradizionale, tanto che egli stesso consegna i libri a domicilio, su un carro tirato da un cavallo. La trazione animale, afferma, può alleviare la crisi energetica e da lavoro agli artigiani locali - sellai, carradori e maniscalchi - che altrimenti finirebbero per restare disoccupati.

Gli abitanti di Hay amano questo personaggio eccentrico e affabile, che ha portato prosperità al paese, e benché non tutti siano d'accordo con le sue idee, la nuova industria dà lavoro al 10% circa della popolazione locale. I commercianti traggono beneficio dall'affluenza dei bibliofili e gli abitanti hanno tutte le ragioni di essere fieri dei libri, che hanno restituito vita e dignità al loro paese.


🌱 Vuoi supportarci? Visita il nostro eco-shop:

📎 Guarda anche

Regno di Araucania e Patagonia

Il Regno di Araucania e Patagonia, chiamato anche Nuova Francia, è una micronazione fondata da un avvocato e avventuriero francese di nome Orelie-Antoine de Tounens nel Sud America meridionale a metà del 19° secolo. A quel tempo la popolazione indigena mapuche locale era impegnata in una disperata lotta armata per mantenere la propria indipendenza di fronte all'invasione militare ed economica ostile da parte dei governi di Cile e Argentina, che bramavano le terre mapuche per il loro potenziale agricolo.

Regno di Elleore

Il Regno di Elleore è la più antica micronazione moderna, essendo stata fondata da un gruppo di insegnanti danesi (conosciuti come "Immortali") sull'isola disabitata di Elleore nel 1944. Successivamente, quando gli Immortali approfondirono la storia dell'isola, scoprirono che in realtà aveva un lignaggio antico, che risale al 944 e all'insediamento di una banda esausta di monaci irlandesi. Contro ogni previsione, i monaci avevano qualcosa in comune con gli stessi Immortali...

OWK: il Regno dell'Altro Mondo, la micronazione BDSM

The Other World Kingdom (spesso abbreviato OWK) è una micronazione fondata presso una grande struttura commerciale BDSM e femdom resort che ha aperto nel 1996 utilizzando gli edifici e i terreni di un castello del XVI secolo situato nel comune di Černá a Žďár nad Distretto di Sázavou, in Repubblica Ceca. Mantiene la propria valuta, passaporti, forze di polizia, tribunali, bandiera di stato e inno di stato. Il motto recita: «le donne sopra agli uomini».

Regno di Tavolara

In epoca antica, sull'isola furono esercitati i diritti feudali goduti dall'omonima famiglia Tavolara, la quale successivamente abbandonò il possesso dell'isola a causa della posizione e delle difficoltà connesse al suo utilizzo. Sul finire del Settecento, Giuseppe Bertoleoni (di origine corso-genovese) giunse in prossimità dell'arcipelago di La Maddalena, costeggiando la Corsica, a bordo di una piccola nave da diporto proveniente da Genova, in cerca di una terra in cui abitare; si stabilì dapprima sull'isolotto di Spargi, poi si spostò più a sud, sulla piccola isola di Mortorio, ma, spinto dalla ricerca di un'isola più generosa e ospitale, navigando ancora verso sud, raggiunse nel 1806 l'isola disabitata di Tavolara. Qui si stabilì con la famiglia, dedicandosi all'allevamento delle capre selvatiche, assai numerose sul territorio e caratterizzate da una particolare colorazione dorata della dentatura, causata dall'alimentazione.

Regno di Torgu

La "parrocchia di Torgu" era inizialmente una Comune rurale sulla punta della penisola di Sõrve sull'isola di Saaremaa nell'Estonia occidentale, facente parte della contea di Saare. Nel 1992, in seguito all'indipendenza dall'Unione Sovietica, un errore nella nuova costituzione dell'Estonia portò all'esclusione di Torgu. In risposta, i 500 abitanti della zona decisero di formare il proprio regno. Il giornalista e attivista Kirill Teiter divenne il suo primo monarca.

Regno di Amethonia

Il Regno di Amethonia è una micronazione fondata da Ernest Emmanuel il 12 febbraio 2011. Amethonia rispetta il diritto umano a vivere un'esistenza pacifica e sana. Amethonia crede che la cavalleria moderna sia ancora molto viva. In quanto tale, Amethonia apre la sua cittadinanza a persone di tutte le nazionalità che desiderano fortemente dare un contributo significativo all'umanità.

Regno di Navasse

Il Regno di Navasse (francese: Royaume de la Navasse; creolo navassese: Wayòm Lanavaz) è una micronazione situata nei Caraibi, che rivendica l'isola disabitata di Navassa (situata tra la Giamaica e Haiti). Il governo e la corte reale di Navasse hanno sede a Rochester, New York.

La Micronazione dell'Isola di Lithua

L'Isola di Lithua è una micronazione conservazionista situata su una piccola isola tra due fiumi. Questa minuscola isola, sebbene parte di un villaggio rurale incastonato tra le colline gallesi, è disabitata e, come tale, si è dichiarata micronazione sovrana indipendente nel 2020.

Fondato come progetto di conservazione il 7 giugno 2020 per prevenire lo scarico dei rifiuti e aumentare la consapevolezza della fauna selvatica lungo il fiume, il messaggio dell'Isola di Lithua è di cautela e conservazione dell'ambiente.

L'isola di Lithua è una monarchia assoluta. Non c'è democrazia o elezioni, tuttavia i cittadini possono candidarsi per diventare Ambasciatori e Consoli se hanno precedenti esperienze.

Dominio di Melchizedek

Il Dominio di Melchizedek (DoM) è una micronazione nota per aver facilitato frodi bancarie su larga scala in molte parti del mondo durante gli anni '90 e all'inizio degli anni 2000. Il DoM è stato dichiarato unilateralmente per occupare alcune minuscole isole in tutto il mondo ed è internazionalmente non riconosciuto da qualsiasi altra nazione.