Si dice che quando Robert Louis Stevenson scrisse lo spavaldo classico letterario Treasure Island, trasse ispirazione dalle visite che fece da bambino all'isola di Fidra, una di una serie di tre affioramenti rocciosi nel Firth of Forth al largo della costa scozzese di North Berwick.
Il giovane Stevenson non era a conoscenza dei miti, delle leggende e dei misteri presumibilmente custoditi da un'altra isola, a poco più di un miglio (1,9 km) a est. Conosciuto come Lamb, ha attirato scarsa attenzione tranne che da kayakisti, osservatori di uccelli occasionali e volontari della fauna selvatica. Ma potrebbe ancora rivelarsi una vera e propria isola del tesoro. Ma un certo Uri Geller se ne interessò...


Almeno, questa è la possibilità offerta dal suo proprietario pittoresco, carismatico e controverso, il piegacucchiai più famoso del mondo e leggendario "fenomeno psichico" Uri Geller. Ora, 13 anni dopo averlo acquistato, Geller, maestro del gesto, ha deciso di elevare lo status di Lamb da isola scozzese privata a quello di paese, con bandiera, costituzione e inno.
Mentre la Scozia è impegnata a discutere del proprio percorso verso una possibile indipendenza, l'emergere della "repubblica dell'Agnello" delle dimensioni di un campo da calcio significa che il suo vicino relativamente gigante, in teoria, è appena diventato un po' più piccolo.
"L'agnello è un posto come nessun altro", dice Geller, dalla sua casa a Old Jaffa, Israele, "e merita una propria identità. Questo è un modo appropriato per farlo".
Geller offre anche la cittadinanza, e tutto il ricavato andrà a Save a Child's Heart, un'organizzazione benefica israeliana che cura i bambini con problemi cardiaci provenienti da tutto il mondo.
Dice di volere che l'Agnello sia un emblema di pace, unico criterio di appartenenza, "una volontà di esistere in armonia con i suoi connazionali Agnello". L'insediamento sull'isola stessa non è consentito, i suoi unici abitanti sono pulcinelle di mare, urie e un assortimento di altri uccelli marini e fino a poco tempo un topo solitario .
"Ho sempre voluto possedere un'isola, essere come James Bond", dice Geller, 75 anni, che ha appreso per la prima volta di Lamb quando ha letto che era in vendita sul quotidiano The Times.
Ma è stata l'intrigante - alcuni potrebbero dire dubbia - affermazione di un ricercatore storico dilettante che ha catturato l'immaginazione di Geller e lo ha convinto a doverlo acquistare. Perché secondo l'investigatore scozzese, Jeff Nisbet, Lamb ha somiglianze inspiegabili con le piramidi di Giza.
Nisbet indicò la disposizione di Lamb e le due isole su entrambi i lati, che secondo lui rispecchia esattamente quella delle tre piramidi. Il preciso disegno geometrico delle piramidi è stato a lungo una fonte di fascino per matematici ed egittologi.

Alcune di queste connessioni sono state identificate da Nisbet, che ha affermato che Lamb si trova su una confluenza di linee di potere - presunti percorsi di energia che collegano siti di importanza storica. Si corre dritto attraverso Lamb dall'isola di May, un presunto luogo di sepoltura del leggendario Re Artù, alla collina di Tara in Irlanda, presumibilmente un antico luogo di incoronazione di monarchi e intriso di mitologia.
Secondo la tradizione irlandese, la famosa Pietra del Destino, o Pietra di Scone, fu portata da Gerusalemme a Tara nel VI secolo aC dal profeta Geremia e dalla figlia dell'ultimo re di Giuda. Questa storia è stata raccontata in un discorso alla Camera dei Lord britannica da Lord Brabazon di Tara nel 1951. Si dice che la pietra sia stata usata come cuscino da Jacob nel racconto biblico e successivamente conservata nel tempio di re Salomone.
Una figura di fama che dà grande importanza alla storia è il magnate di origine egiziana Mohamed Al Fayed, residente nel Regno Unito dalla metà degli anni '60. Il signor Al Fayed è un fervente sostenitore dell'indipendenza scozzese e si è offerto di essere il primo presidente di una Scozia sovrana. L'ex proprietario del grande magazzino di lusso di Knightsbridge Harrods teneva una copia dello Scotichronicon nel suo ufficio e raccontò con entusiasmo tutto a Geller quando i due si incontrarono intorno al 2010. Il signor Al Fayed in seguito gli inviò un'altra copia come regalo.
Geller dice che, al meglio dei suoi ricordi, il signor Al Fayed gli ha raccontato la storia che Scota ha ancorato la sua barca al largo di Lamb e vi ha seppellito un tesoro. Sebbene non ci siano prove documentali di ciò, Geller, che secondo quanto riferito ha fatto una fortuna ricercando società petrolifere e minerarie utilizzando l'antica pratica della rabdomanzia, afferma che utilizzerà lo stesso metodo per cercare il tesoro.
L'isola fa parte di un'area di protezione speciale, il che significa che gli scavi sono fuori questione (sebbene un team di archeologi sul campo di battaglia si sia offerto volontario per esplorarla).
Il tesoro non è l'unica cosa che l'isola potrebbe contenere. Geller, un autodefinito mistificatore, crede che le ossa delle vittime dei famigerati processi per stregoneria di North Berwick negli anni '90 del Cinquecento possano essere finite anche lì, trasportate dalla terraferma da autorità superstiziose. Tuttavia, gli esperti affermano che tutte le prove note indicano la sepoltura dei resti vicino al punto in cui le vittime sono state bruciate sul rogo.
Uno degli oggetti preferiti di Geller nel suo museo di Jaffa è un antico set di sei sottili sfere di vetro colorate di verde, argento e oro conosciute come sfere delle streghe . Questi tipi di oggetti furono appesi nelle case delle isole britanniche nel 17° secolo per allontanare gli spiriti maligni.
L'idea di trasformare Lamb in una micronazione è venuta a Geller dopo aver esplorato la possibilità di acquistare il titolo di baronia che derivava dal territorio che storicamente aveva incluso l'isola. Tuttavia, Lamb fu escluso dalla baronia quando fu venduto a Geller dall'attuale barone di Dirleton - un imprenditore portoghese-brasiliano ebreo ortodosso - al quale il titolo era stato lasciato in eredità dal precedente titolare.
"Non riuscivo a ottenere la baronia, quindi ho deciso di fare di meglio e creare il mio piccolo paese", dice Geller, "ma ciò che lo rende particolarmente speciale è che ha tutte queste connessioni spirituali potenti, significative. Non è un luogo normale."

Sito ufficiale: www.urigeller.com/lamb/

fonte: Raffi Berg (BBC News)


🌱 Vuoi supportarci? Visita il nostro eco-shop:

📎 Guarda anche