La Libera Repubblica di Wendland era un campo di protesta istituito a Gorleben, nella Germania occidentale, il 3 maggio 1980 per protestare contro l'istituzione di una discarica di scorie nucleari. Il 4 giugno 1980 la polizia è entrata e ha sgomberato il campo. Molto tempo dopo la conclusione dell'occupazione da parte degli attivisti antinucleari del Wendland, il concetto di Libera Repubblica di Wendland continua ad essere evocato.

Storia

La Physikalisch-Technische Bundesanstalt ha condotto perforazioni a Gorleben nel 1979 per testare le cupole di sale lì per l'idoneità allo stoccaggio di scorie radioattive. Dopo il fallimento di piccole occupazioni da parte di attivisti locali nei siti di trivellazione 1002 e 1003, è stato avviato un piano per un'azione di occupazione più ampia che avrebbe incluso attivisti internazionali anti-nucleare. Il 3 maggio 1980 fu convocata una nuova manifestazione, all'insegna del motto "Giornata di azione per i Wends" (Kampftag der Wenden)

Occupazione

Circa 5000 attivisti antinucleari si sono trasferiti nell'area pianificata intorno al sito di perforazione 1004, tra i villaggi di Gorleben e Trebel. Lì hanno occupato l'area come parte di una protesta contro ulteriori trivellazioni per immagazzinare scorie nucleari. Durante l'occupazione, il cosiddetto "Ufficio sotterraneo di Gorleben-Vivrà" (Untergrundamt Gorleben-Soll-leben) dichiarò l'area occupata come nazione indipendente, nominandola Libera Repubblica di Wendland (Republik Freies Wendland). Il ministro dell'Interno della Bassa Sassonia Egbert Möcklinghoff ha dichiarato alto tradimento questa proclamazione.

Il sito è stato creato su terreno sabbioso e alberi bruciati che sono stati distrutti durante l'incendio nella brughiera di Luneburgo nel 1975. In questo luogo, i manifestanti hanno costruito nel corso di diversi giorni un villaggio di circa 110 capanne, fatte di legno e argilla, che era uno stile tipico di protesta per gli attivisti antinucleari dell'epoca. Tra gli edifici c'erano numerose strutture comunitarie, come la Casa dell'Amicizia da 100 persone, serre, un'infermeria, un parrucchiere e un'area per lo smaltimento dei rifiuti. C'era anche una sauna e stabilimenti balneari. L'acqua veniva convogliata da un pozzo alimentato dal vento e riscaldata con l'energia solare.

Alle porte della "repubblica" è stato costruito un valico di frontiera con barriera a braccio, sul quale sono state issate le bandiere dei Wends e del sole anti-Nucleare. Nel vicino centro informazioni, poteva essere emesso un passaporto (Wendenpass), insieme a un timbro d'ingresso, per 10 marchi tedeschi. Nelle parole degli occupanti, il passaporto era buono "per l'intero universo [...] finché il suo proprietario riesce ancora ridere".

Vita in comunità

I circa 1000 occupanti permanenti hanno organizzato la vita comunitaria durante i 33 giorni di occupazione attorno a un modello di democrazia di base. Istituirono un consiglio dei portavoce e presero decisioni in riunioni di massa che si tenevano regolarmente. Per quanto riguarda il loro possibile sgombero da parte della polizia, il consenso diffuso è stato quello della resistenza passiva, anche se alcuni occupanti militanti si sono espressi contro questa linea di condotta. Nei fine settimana, diverse migliaia di simpatizzanti e turisti sono venuti nel sito occupato, tra cui personaggi di spicco, come l'ex capo dei "Giovani socialisti", Gerhard Schröder. Altri noti visitatori e residenti includevano il combattente della resistenza Heinz Brandt, i musicisti Walter Mossmann eWolf Biermann, il fotografo Günter Zint e il politico dell'SPD Jo Leinen, nonché lo scrittore Klaus Schlesinger. Il processo decisionale di gruppo ha avuto luogo sia nella Casa dell'Amicizia che in altre piattaforme ugualmente idonee. Questi luoghi ospitavano anche conferenze, discussioni, letture, concerti rock e spettacoli di marionette. I residenti della regione circostante hanno sostenuto l'occupazione con cibo e legname. Il 18 maggio 1980 Radio Free Wendland iniziò una trasmissione radiofonica pirata da una torre nel sito di occupazione.

Sfratto

La mattina del 4 giugno 1980 il luogo dell'occupazione fu sgomberato dalla polizia della Bassa Sassonia e dalla Guardia di frontiera federale su ordine del cancelliere Helmut Schmidt. Circa 3500 ufficiali hanno preso parte all'operazione, secondo il Ministero dell'Interno e dello Sport della Bassa Sassonia. I motivi legali per lo sfratto degli occupanti erano basati su violazioni di varie leggi, comprese le leggi sulla silvicoltura, i regolamenti edilizi, la legge sulla pianificazione dei campi e delle foreste e la legge sulla registrazione. Al momento dello sgombero, circa 2000 occupanti si erano radunati nella piazza centrale del villaggio per un sit-in di protesta. Lo sgombero, durante il quale molti degli abusivi sono stati portati via dagli agenti di polizia, si è svolto in gran parte in modo pacifico. La trasmissione radiofonica pirata Radio Free Wendland ha riferito dello sgombero dalla sua torre per tutto il giorno. Una volta terminato, la polizia ha ringraziato i manifestanti tramite un altoparlante per il loro approccio nonviolento.

Ricezione e Impatto

Molto tempo dopo la conclusione dell'occupazione da parte degli attivisti antinucleari del Wendland, il concetto di Repubblica libera del Wendland continua ad essere evocato. Così, nel 2006, su un giornale locale è stato pubblicato un annuncio di cinque pagine della Libera Repubblica di Wendland contro l'industria nucleare e la brutalità della polizia.

Tra il 4 e il 6 giugno 2010, in occasione del 30° anniversario dello sgombero, nei pressi di Gorleben si è tenuto un fine settimana commemorativo e di protesta a cui hanno partecipato circa 800 persone. Durante questa azione, i membri dell'Associazione di emergenza rurale Lüchow-Dannenberg hanno eretto un "santuario di capanne" nella foresta in memoria del villaggio di capanne della Libera Repubblica di Wendland.

Dopo il 30° anniversario dello sgombero, il regista Florian Fiedler, insieme alla Playhouse Hannover, ha avviato il progetto teatrale Free Republic of Wendland -- Reactivated dal 17 al 26 settembre 2010. Circa 50 studenti, in particolare della Gesamtschule IGS Roderbruch, e 25 gli adulti del Teatro Ballhof di Hannover hanno eretto un villaggio di capanne in piazza Ballhof seguendo le stesse linee del villaggio di protesta originale. Si sono svolti diversi spettacoli, inclusi spettacoli di marionette del Bread and Puppet Theatre, nonché concerti, conferenze e discussioni sull'energia nucleare. I festeggiamenti sono iniziati con un'esibizione di Ton Steine ​​Scherben e si sono conclusi con un dibattito guidato da Oskar Negt. Molta attenzione dei media si è concentrata sul progetto dopo che qualcuno ha lanciato una torta al membro del Partito dei Verdi Trittin durante una tavola rotonda. Dopo nove giorni il villaggio di capanne fu smantellato. Due delle capanne di legno sono state portate nel Wendland per fornire un rifugio per attivisti antinucleari.

Come prima, la bandiera con lo stemma di Wendland è un simbolo del movimento antinucleare. Può essere acquistato in molti posti e, occasionalmente, in alcuni campi di protesta vengono offerti passaporti Wends con francobolli.


🌱 Vuoi supportarci? Visita il nostro eco-shop:

🌐 Altro dal Quinto Mondo

Unabomber: la società industriale e il suo futuro

Nel 1971, Theodore John Kaczynski, detto Ted, si trasferì in una cabina remota senza elettricità o acqua corrente vicino a Lincoln, nel Montana, dove visse da recluso mentre imparava le abilità di sopravvivenza per diventare autosufficiente. Ha assistito alla distruzione della natura selvaggia che circondava la sua capanna e ha concluso che vivere nella natura stava diventando impossibile, decidendo di combattere l'industrializzazione e la sua distruzione della natura.

Flandrensis: "pronti ad annettere altri Territori d'Oltremare"

Al vaglio la campagna per le nuove annessioni territoriali.

Con la riforma costituzionale del Giugno 2022, il Granducato di Flandrensis ha ufficialmente aperto le porte all'incorporazione dei Territori d'Oltremare, annettendo tali terreni come Contee, Provincie, Dipendenze o Colonie Ecologiche di Flandrensis.

Tutti i cittadini possono richiedere il riconoscimento spiegando la missione del progetto e come si intende rispettarne i pilastri ecologici.

Tale riforma è stata proposta dal Ministro Manuel Noorglo, discussa dalla Cancelleria Granducale e approvata dopo un intenso iter di discussione interna.

Tecnoprimitivismo

Il tecnoprimitivismo (o archeofuturismo) è un'ideologia che crede che, sebbene i progressi della tecnologia siano stati benefici per la razza umana, il cambiamento nei valori culturali avvenuto insieme agli sviluppi tecnologici sia stato negativo per la razza umana. Pertanto la società dovrebbe tornare ai valori culturali del passato.

Mc Donald? No, grazie.

«Il mondo è pieno di relitti educati»
— Ray Kroc, Fondatore di Mc Donald’s

Questo articolo ti chiede di pensare per un momento circa le menzogne dietro l'immagine pulita e splendente di Mc Donald's. Ci sono un sacco di cose nascoste.

"Da McDonald's abbiamo tempo per te" recita il jingle. Ma perchè hanno strutturato il servizio in modo che tu sia fuori il più presto possibile? Perché è cosi difficile rilassarsi da McDonald's? Perché hai di nuovo fame subito dopo aver mangiato un Big Mac?

Noi siamo continuamente sottoposti al bombardamento di stupida pubblicità, modelli consumisti ed alla continua corsa che è la vita nelle grandi città - ma non ci vuole un' intelligenza particolare per iniziare a farsi delle domande su McDonald's e capire che qualcosa è decisamente sbagliato.

Ken Saro-Wiwa non è morto invano

Con ogni mezzo non violento Ken Saro-Wiwa: con la forza delle parole, della letteratura, della socialità, della buona politica, dell’amministrazione etica e trasparente, del coinvolgimento popolare, della sensibilità, del “coraggio civile”. In una battaglia in cui rispetto della dignità umana e tutela ambientale sono sempre stati aspetti indivisibili, propedeutici l’uno all’altro.

Il Poeta è stato ucciso dalla sete capitalistica della Shell contro il popolo Ogoni in Nigeria.

Carlo Cattaneo: il repubblicano federalista

Cattaneo viene ricordato per le sue idee federaliste impostate su un forte pensiero liberale e laico: dopo il 1860 acquisterà prospettive ideali vicine al nascente movimento operaio-socialista. Cattaneo era fautore di un sistema politico basato su una confederazione di stati italiani sullo stile della Svizzera; avendo stretto amicizia di vecchia data con politici ticinesi come Stefano Franscini, aveva ammirato nei suoi viaggi l'organizzazione e lo sviluppo economico della Svizzera interna che imputava proprio a questa forma di governo.

Provincia Ecologica di Pumakawa

Questa Provincia Ecologica del Flandrensis si trova a Villa Rumipal (Córdoba – Argentina) e fa parte dell'Associazione Civile Riserva Naturale Pumakawa. Sostenendo i pilastri ecologici di Flandrensis, il santuario ha chiesto di essere riconosciuto come territorio d'oltremare di Flandrensis.

Pumakawa è composta da due proprietà: una di 2 ettari per la banca dei semi e la riabilitazione degli animali e un'altra di 25 ettari senza accesso al pubblico per il rilascio di esemplari riabilitati e la ricerca.

Arne Næss, pioniere dell'Ecologia Profonda

Seguendo le linee del filosofo norvegese Arne Næss nella sua formulazione di "Deep Ecology" (Ecologia Profonda), l'Attivismo Profondo sarebbe quello che affonda le sue radici e motivazioni nelle esperienze profonde della persona. Si tratterebbe, quindi, di un attivismo fondato non solo sugli aspetti razionali ed etici dell'azione sociale, politica o ambientale, ma anche sugli aspetti affettivi, estetici e di coscienza.

🎥 Percorso Eco-Spirituale per Streghe di Bosco - #1 Incontro

Partiamo insieme in diretta del primo incontro del percorso per Streghe di Bosco. Faremo un rapido riassunto del percorso e dei contenuti per concentrarci poi sulla prima orma!

Akhziland, una micronazione 'in' Israele

Akhzivland è stata fondata nel 1971 da Eli Avivi e sua moglie Rina, in risposta al governo israeliano che ha inviato bulldozer a demolire la loro casa dichiarata illegale, ma soprattutto edificato sul percorso di una futura autostrada. Di fatto è una "repubblica indipendente" auto-proclamata, stabilita da un marinaio hippy israeliano (Eli Avivi) su una spiaggia del Mediterraneo a Akhziv in Israele.

Ambientalismo Senza Stato

Lo Stato e le sue istituzioni governative sono state dignitose nel mainstream ambientalista come forze palliative per affrontare e risolvere gli eccessi e i fallimenti del capitalismo e del neoliberismo verso una corretta gestione ambientale. Ma questo stato ambientale cade in evidenti contraddizioni rispetto al suo impegno formale con finalità ambientaliste. Inoltre, le istituzioni governative contribuiscono ad ampliare un atteggiamento nichilista nelle azioni ambientaliste della cittadinanza.

All'interno dei filoni ambientalisti dell'anarchismo, la questione dello Stato ha concentrato un'attenzione e una posizione rilevanti. Una prima critica verde si può trovare negli anarchici del diciannovesimo secolo, in cui lo Stato non ha spazio come forza violenta e centralizzata, in quanto corruttore della bontà della materia e della connessione riproduttiva e spirituale dell'uomo con la Natura.

"A Primitivist Primer", l'innesco al Primitivismo di John Moore

A Primitivist Primer è un saggio breve di John Moore pubblicato nel 2000 sulla rivista Green Anarchy, il cui titolo consiste in un interessante gioco di parole non traducibile letteralmente in italiano. "Primer" infatti è traducibile dall'inglese oltre che come "principiante", in senso tattico-militare come "innesco" o "chi innesca una carica", e in senso edilizio come "prima mano". Il suo primitivismo non è inteso come un desiderio di ritornare ad un epoca primitiva, quanto, nel prendere la società pre-industriale come un modello di riferimento in cui «la cooperazione tra gli individui erano gli aspetti prevalenti della vita comunitaria».

L'incontro antartico non riesce a proteggere i pinguini imperatori nonostante le crescenti minacce per l'Antartide

Nel 1959, sull'orlo della Guerra Fredda, 12 paesi accettarono il Trattato sull'Antartide. L'idea centrale del trattato era la libertà della ricerca scientifica in Antartide e l'uso pacifico del continente. Nel corso degli anni si sono aggiunte altre nazioni. Oggi, 53 paesi fanno parte del Trattato sull'Antartide.

A Berlino, 2 giugno 2022, si è conclusa la 44a riunione consultiva del Trattato Antartico, che non ha messo in atto misure urgenti per affrontare le crescenti minacce per l'ambiente dell'Antartide.

Le organizzazioni ambientaliste hanno espresso profonda preoccupazione e frustrazione per il fatto che i progressi su questioni chiave siano stati ostacolati, inclusa l'adozione di un piano d'azione sui cambiamenti climatici e la protezione delle specie chiave.

Cieli Caduti, è Tempo di Baciare di Nuovo la Terra

"Il cataclisma è avvenuto, siamo tra le rovine, iniziamo a costruire nuovi piccoli habitat, ad avere nuove piccole speranze. È un lavoro piuttosto duro: adesso non c'è una strada agevole verso il futuro: ma si gira intorno, o si scavalca gli ostacoli. Dobbiamo vivere, non importa quanti cieli siano caduti."

– DH Lawrence

Che cos'è comunque la civiltà? Definire questo termine sembra sempre uno dei maggiori ostacoli per le persone quando cerco di parlare con loro di primitivismo. Ritengono che il termine "civiltà" sia troppo ampio e gli venga dato troppo libero arbitrio. Cosa intendo quando dico che "la civiltà sta distruggendo la terra" o "la civiltà ci aliena da noi stessi e gli uni dagli altri"? La civiltà non è davvero una cosa, quindi non può davvero agire, sostengono. Questo è un buon punto e vale la pena soffermarsi.

Guida Introduttiva ai Giardini Forestali

I giardini forestali sono raccolte di specie vegetali diverse e utili che sono modellate sulla struttura di una foresta giovane.

Come modello orticolo, il giardinaggio forestale si trova in tutto il mondo, in particolare intorno alla cintura della foresta pluviale tropicale.

Il giardinaggio forestale a clima temperato è ancora praticato in alcune parti della Cina, e c'è molto da suggerire che il modello di giardino forestale potrebbe essere stato trovato un tempo in tutte le foreste temperate del mondo, prima dell'arrivo dell'agricoltura.

Praticato in ambienti diversi, da culture molto diverse, il modello del giardino forestale può variare notevolmente nei dettagli.

Come Ho Fatto A Far Crollare La Civiltà

Una domanda che mi viene spesso posta è:

"Cosa ti fa pensare di poter abbattere la civiltà?"

La mia risposta è piuttosto semplice e si compone di due parti: la prima parte è che sono ancora relativamente (rispetto a molti altri) abile e capace e la seconda parte è che le mie esperienze passate dimostrano che ho la capacità di fare crollare la civiltà.

La Carcassa in Decomposizione dietro lo Spauracchio Verde
Come l'anarchia verde è diventata la posizione più controversa

L'anarchia verde, indipendentemente dalla propaggine, è una filosofia, una critica e un modo di vivere che enfatizza i principi anarchici più pronunciati. Gli anarchici verdi sono pronti e disposti a smantellare tutte le strutture di dominio, a partire da un'analisi radicata dell'ecologia, il che significa la relazione tra tutti gli esseri viventi e l'ambiente fisico da cui tutti dipendiamo per sopravvivere.

Esamineremo le origini e la graduale evoluzione dell'anarchia verde, esploreremo come queste idee vengono percepite dalle persone che guardano dall'esterno e cercheremo di capire perché l'anarchia verde è così detestata da un contingente di teorici di sinistra che, sempre più, ci hanno calunniato come "eco-fascisti".

Unione Micronazionale Antartica

L'Antarctic Micronational Union (AMU) è la prima organizzazione multinazionale micronazionale che comprende solo micronazioni antartiche.

L'obiettivo principale dell'AMU è organizzare tutte le micronazioni antartiche e proteggere il territorio e le rivendicazioni reciproche. L'AMU mantiene anche l'amministrazione su tutte le attuali rivendicazioni in Antartide per evitare incomprensioni e conflitti. Dal 2010 l'AMU è stata menzionata in diversi media olandesi, belgi e russi.

Brucia il Libro del Pane: il comunismo industriale non ti libererà

Il pane e altri prodotti industriali ci alienano dal nostro ecosistema e ci fanno smettere di preoccuparci di come viene prodotto il nostro cibo, purché sia ​​lì nel negozio quando vogliamo mangiarlo.

In una società industriale che mira a dare a tutti nel mondo pari accesso ai beni di consumo, l'industria non diminuisce: aumenta.

Rimettere la produzione alimentare sotto il controllo dell'individuo è l'unico modo per preservare l'ecosistema.

Il cibo diretto è l'unico modo di produzione anarchico.

Una burocrazia sarà sempre instillata in una società di massa organizzata ed è per questo che il comunismo industriale non è sostenibile.

Repubblica di Užupis: intervista alla micronazione autonoma nella capitale della Lituania

Užupis è stata dichiarata nel 1998 nel centro storico di Vilnius, in un quartiere degradato e indesiderabile della capitale della Lituania da una comunità di artisti. Con una popolazione di circa 7.000 abitanti, la micronazione è una repubblica indipendente, autodichiarata, in parte riconosciuta da altri paesi. I valori di fratellanza, di tolleranza, di volontà di conseguire i propri sogni hanno travolto non solo il circondario, ma hanno superato confini e oceani fino a raggiungere personaggi del calibro del XIV Dalai Lama che ne è diventato un fiero cittadino onorario, dopo aver visitato Užupis nel 2001.